Vincolo idrogeologico

Vincolo idrogeologico - Autorizzazione e dichiarazione.
Informazioni su modalità, termini, modulistica richiesta.

Descrizione del procedimento

L’autorizzazione ai fini del Vincolo Idrogeologico è rilasciata dal Comune nei casi previsti all’Art. 42 c. 5 della LR 39/2000 e smi (Legge Forestale della Toscana).

In particolare in caso si preveda:

  • a) la trasformazione della destinazione d'uso dei terreni attuata per la realizzazione di edifici, manufatti edilizi, opere infrastrutturali ed altre opere costruttive;
  • b) la realizzazione di ogni opera o movimento di terreno che possa alterare la stabilità dei terreni e la regimazione delle acque non connesse alla coltivazione dei terreni agrari ed alla sistemazione idraulico-agraria e idraulico-forestale degli stessi.

Con DPGR 8 Agosto 2003 n. 48/R (Regolamento Forestale della Toscana) sono disciplinate le norme di tutela, i vincoli e le prescrizioni previste dalla LR 39/2000.

Le norme relative al Vincolo Idrogeologico si applicano in tutti i territori coperti da bosco (Art. 37 c. 1) e nei terreni ricompresi nelle zone determinate ai sensi del Regio Decreto Legge 30 dicembre 1923 n. 3267 (Riordino e riforma della legislazione in materia di boschi e di terreni montani)

L’autorizzazione ai fini del vincolo idrogeologico è propedeutica all’ottenimento del permesso a costruire e/o all’efficacia della DIA di cui alla LR 01/2005, qualora l’intervento rientri nelle fattispecie disciplinate dalla LR stessa.

Il Regolamento Forestale della Toscana disciplina le opere di competenza comunale al Titolo III (Norme per i terreni sottoposti a Vincolo Idrogeologico) al Capo I le Norme Generali (Artt. 70-78) e al Capo III la Tutela del territorio in relazione agli interventi a carattere urbanistico-edilizio (Artt. 96-101).

A seconda della tipologia di intervento si applica la procedura dell’Autorizzazione ai fini del vincolo idrogeologico o della Dichiarazione di inizio lavori ai fini del vincolo idrogeologico.

All’Art. 85 della Legge Forestale è stato aggiunto con LR 40/2004 l’Art. 6-bis che permette di regolarizzare le opere realizzate in assenza di autorizzazione o di dichiarazione di inizio lavori attraverso l’Autorizzazione in sanatoria purché tali opere non pregiudichino l’assetto idrogeologico della zona e previo pagamento di sanzioni amministrative da parte dei trasgressori.

Modalità di presentazione

Le richieste di Vincolo Idrogeolico  dovranno essere presentate al protocollo dell’Unione Comuni Montani Appennino Pistoiese (con l’apposita modulistica) e l’intero procedimento sarà gestito internamente ad essa.
La modulistica da utilizzare  è reperibile sul sito  www.ucap.info così come la tabella dei diritti di segreteria

Riferimenti Legislativi

  • RDL 30 Dicembre 1923 n. 3267 (Riordino e riforma della legislazione in materia di boschi e di terreni montani)
  • LR 39/2000 e smi (Legge Forestale della Toscana)
  • DPGR 8 Agosto 2003 n. 48/R (Regolamento Forestale della Toscana)
Download
Download
  PDF99,8K Modello dichiarazione di inizio lavori.pdf

  DOC51,7K Richiesta autorizzazione in sanatoria.doc

  PDF189,7K Richiesta vincolo idrogeologic.pdf

torna all'inizio del contenuto