Tumulazione salme

Sepoltura di salme, resti mortali e ceneri in posti sepolcrali costruiti con opere murarie (loculi, cripte, cappelle e ossari).
Informazioni su requisiti, modalità, riferimenti normativi e referenti.

Ufficio di competenza

Servizio Ambiente

Ufficio Servizio--Ambiente
Area Settore Servizi Tecnici Comunali ed Aree sciabili
Responsabile Arch. Nicola Risaliti
Indirizzo Sede del Municipio di Abetone, Via Pescinone 15
Telefono 0573 607824
Email n.risaliti@comune.abetonecutigliano.pt.it
Personale
Personale
Addetto Telefono Email
Geom. Giovanni Bertagni 0573 6888246 g.bertagni@comune.abetonecutigliano.pt.it
Geom. Alessandro Botti 0573 6888227 a.botti@comune.abetonecutigliano.pt.it
Donatella Danti 0573 6888223 d.danti@comune.abetonecutigliano.pt.it
Elena Beneforti 0573 6888245 e.beneforti@comune.abetonecutigliano.pt.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Mattino Pomeriggio
Martedì (*) 8:30 - 13:00
Mercoledì 8:30 - 13:00
Giovedì 8:30 - 13:00
Venerdì 8:30 - 13:00
Sabato 8:30 - 13:00
Competenze

(*) Martedì i tecnici saranno ricevuti solo su appuntamento da prenotare telefonando a:

Questo per evitare inutili attese.

  • Responsabile del procedimento: Elisa Soggiu
  • Referente: Istruttore Amministrativo Rag. Donatella Danti

Requisiti che devono essere posseduti dal richiedente 
Le salme destinate alla tumulazione devono essere racchiuse in duplice cassa, l'una di legno, l'altra di metallo.
Ogni feretro deve contenere un solo cadavere; soltanto madre e neonato, morti nell'atto del parto, possono essere chiusi in una stessa cassa e sepolti in una stessa fossa.
La chiusura del loculo deve essere realizzata con muratura di mattoni pieni a una testa, intonacata nella parte esterna. E' consentito, altresì la chiusura con elemento in pietra naturale o con lastra di cemento armato vibrato o altro materiale avente le stesse caratteristiche di stabilità, di spessori atti ad assicurare la dovuta resistenza meccanica e sigillati in modo da rendere la chiusura stessa a tenuta ermetica.

Documentazione da presentare 
Nessun cadavere può essere ricevuto nel cimitero se non accompagnato:

  • dal permesso di seppellimento rilasciato dall'Ufficiale dello Stato Civile
  • dall'autorizzazione al trasporto rilasciata dal Sindaco.
  • per la tumulazione occorre inoltre il certificato rilasciato dal Sanitario responsabile del servizio di igiene pubblica dell'A.S.L.

I documenti di cui sopra devono essere ritirati dal custode del cimitero alla consegna di ogni feretro.

Contributi a carico dell'utente 
La tumulazione è soggetta al costo per la concessione di loculi o ossarietti

Eventuali note per l'utente 
Sono a carico del Comune la fornitura della cassa e il trasporto dei cadaveri al cimitero per le persone che risultino, da apposita attestazione del Sindaco, non in grado di sostenere la spesa stessa e semprechè la salma debba essere inumata in campi comuni e il trasporto venga effettuato nella forma ordinaria più semplice garantendo comunque il decoro del servizio.

Leggi e norme di riferimento 
Regolamento di Polizia Mortuaria e D.P.R. n.285/1990

Reclami, ricorsi e opposizioni 
Reclami possono essere presentati: all'Ufficio Tecnico per scritto, indirizzandoli al Sindaco e specificando in modo chiaro le ragioni che si intende far valere od i diritti che si ritengono violati.
Avverso il provvedimento conclusivo può essere proposto ricorso giurisdizionale innanzi al T.A.R. entro 60 giorni dal ricevimento della comunicazione del provvedimento stesso, oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni dalla comunicazione del provvedimento

Dove rivolgersi 
Per comunicare ai servizi cimiteriali l'orario di svolgimento del funerale e per l'acquisto del loculo, gli interessati possono rivolgersi:
Per la tumulazione è necessario avere già la concessione in uso di loculi.

Descrizione 

TUMULAZIONE

A norma di legge ogni Comune deve garantire la sepoltura, almeno in terra, per ogni persona deceduta o residente nel Territorio Comunale stesso.
Nei cimiteri devono essere ricevuti quando non venga richiesta altra destinazione:
a) i cadaveri delle persone morte nel territorio del Comune, qualunque ne fosse in vita la residenza;
b) i cadaveri delle persone morte fuori del Comune, ma aventi in esso, in vita, la residenza;
c) i cadaveri delle persone non domiciliate in vita nel Comune e morte fuori di esso, ma aventi diritto al seppellimento in una sepoltura privata esistente nel cimitero del Comune stesso;
d) i nati morti ed i prodotti del concepimento, di cui all'art. 12 del regolamento comunale di polizia mortuaria;
e) i resti mortali delle persone sopra elencate.
Il Sindaco può autorizzare il ricevimento nei cimiteri, per l'inumazione o la tumulazione, di cadaveri di persone non domiciliate in vita nel Comune e morte fuori di esso che hanno espresso in vita la volontà di essere ivi inumate o tumulate, purchè ciò non comporti la rapida saturazione dei campi cimiteriali o la mancata disponibilità di loculi agli aventi diritto sopra descritti.

torna all'inizio del contenuto