Tassa sui rifiuti

La tassa sui rifiuti (TARI) è il tributo destinato a finanziare i costi relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ed è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti.

Presupposto d’imposta

Presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, come definiti ai fini IMU, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

L'Abitazione principale e le relative pertinenze, purché non rientranti nelle cat. A1 - A8 -A9, non sono soggette al pagamento dell'IMU e della TASI

Download
Download
  DOC64K Denuncia tari utenze non domestiche.doc

  DOC47,1K Denuncia tari utenze domestiche.doc

  PDF496K Rate TARI 2018.pdf

  PDF547,4K Tariffe TARI 2018.pdf

Ufficio di competenza

Servizio Tributi

Ufficio Servizio--Tributi
Area Settore Finanze e Bilancio
Responsabile Tania Petrucci
Indirizzo Sede del Comune a Cutigliano, Piazza Umberto I°
Telefono 0573 6888231
Email
Personale
Personale
Addetto Telefono Email
Benedetta Tonarelli 0573 6888231 b.tonarelli@comune.abetonecutigliano.pt.it
Samantha Amidei 0573 607833 s.amidei@comune.abetonecutigliano.pt.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Mattino Pomeriggio
Lunedì 9:00 - 12:30
Martedì 9:00 - 12:30
Mercoledì 9:00 - 12:30
Giovedì 10:00 - 12:30 15:00 - 17:00
Venerdì 9:00 - 12:30

Soggetti tenuti al pagamento

Il soggetto passivo è il possessore o il detentore di fabbricati ed aree fabbricabili. In caso di pluralità di possessori o di detentori essi sono tenuti ad effettuare in solido l'adempimento dell'unica obbligazione tributaria. La solidarietà opera autonomamente solo con riferimento alle singole categorie “pluralità di possessori” e “pluralità di detentori”. Al fine di semplificare gli adempimenti posti a carico dei contribuenti, ogni possessore e ogni detentore dovrà effettuare il versamento della TASI in ragione della propria percentuale di possesso o di detenzione, avendo riguardo alla propria destinazione, per la propria quota, del fabbricato o dell’area fabbricabile. In caso di locazione finanziaria, la TASI e' dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto; per durata del contratto di locazione finanziaria deve intendersi il periodo intercorrente dalla data della stipulazione alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna. In caso di utilizzo di durata non superiore a sei mesi nel corso del medesimo anno solare, il tributo è dovuto soltanto dal possessore dei locali o delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, superficie.  Nel caso in cui l'unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull'unità immobiliare, quest'ultimo e l'occupante sono titolari di un'autonoma obbligazione tributaria, a condizione che l’occupante non faccia parte dello stesso nucleo familiare del possessore. L'occupante dovrà versare la TASI nella misura del 10 per cento dell'ammontare complessivo della TASI, applicabile alla fattispecie imponibile occupata. La restante parte è corrisposta dal titolare del diritto reale sull'unità immobiliare.

Presupposto d’imposta

Presupposto impositivo della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati e di aree edificabili, come definiti ai fini IMU, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

L'Abitazione principale e le relative pertinenze, purché non rientranti nelle cat. A1 - A8 -A9, non sono soggette al pagamento dell'IMU e della TASI

 

Soggetti tenuti al pagamento

Il soggetto passivo è il possessore o il detentore di fabbricati ed aree fabbricabili. In caso di pluralità di possessori o di detentori essi sono tenuti ad effettuare in solido l'adempimento dell'unica obbligazione tributaria. La solidarietà opera autonomamente solo con riferimento alle singole categorie “pluralità di possessori” e “pluralità di detentori”. Al fine di semplificare gli adempimenti posti a carico dei contribuenti, ogni possessore e ogni detentore dovrà effettuare il versamento della TASI in ragione della propria percentuale di possesso o di detenzione, avendo riguardo alla propria destinazione, per la propria quota, del fabbricato o dell’area fabbricabile. In caso di locazione finanziaria, la TASI e' dovuta dal locatario a decorrere dalla data della stipulazione e per tutta la durata del contratto; per durata del contratto di locazione finanziaria deve intendersi il periodo intercorrente dalla data della stipulazione alla data di riconsegna del bene al locatore, comprovata dal verbale di consegna. In caso di utilizzo di durata non superiore a sei mesi nel corso del medesimo anno solare, il tributo è dovuto soltanto dal possessore dei locali o delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, superficie.  Nel caso in cui l'unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull'unità immobiliare, quest'ultimo e l'occupante sono titolari di un'autonoma obbligazione tributaria, a condizione che l’occupante non faccia parte dello stesso nucleo familiare del possessore. L'occupante dovrà versare la TASI nella misura del 10 per cento dell'ammontare complessivo della TASI, applicabile alla fattispecie imponibile occupata. La restante parte è corrisposta dal titolare del diritto reale sull'unità immobiliare.

 

Base imponibile

La base imponibile è la stessa prevista per l’applicazione dell’IMU

 

Scadenze

I versamenti si effettuano in 2 rate con scadenza rispettivamente il 16 giugno ed il 16 dicembre.

torna all'inizio del contenuto